Inbilico nelle scuole

InBilico nelle scuole

 Inbilico Teatro & Film dal 2012 propone una serie di attività didattico/creative per le scuole, dalle elementari alle superiori. Tali attività si sviluppano su due binari diversi: i laboratori creativi (di cinema e teatro) e gli spettacoli teatrali creati proprio su argomenti e temi trattati a scuola 

Gli spettacoli Teatrali:

Il teatro può (e deve) essere uno strumento di veicolazione profonda del sapere e dell’apprendimento. Nel 2013 nasce un progetto di spettacoli per teatro Ragazzi ai fini didattici: una formula dove il teatro si affianca al programma scolastico (medie superiori ed inferiori), scegliendo i temi degli spettacoli ed un linguaggio drammaturgico che ritorni ad appassionare al teatro anche le nuove generazioni e che sia al contempo una drammaturgia al servizio dell’apprendimento. Essere spettatori di uno spettacolo, ovvero di un azione scenica che si svolge davanti ai nostri occhi, aiuta a visualizzare e memorizzare meglio un tema o un personaggio storico trattato a scuola, attirando maggiormente l’attenzione dei ragazzi e stimolandone la curiosità.

L’offerta artistica di questo progetto e la varietà delle forme e dei linguaggi utilizzati negli spettacoli ci permette di mostrare, oltre alla storia trattata, anche le tecniche ed i segreti di quell’arte antica che è il teatro. L’arte più bella e adatta per imparare a conoscere, e a conoscersi.

Gli spettacoli sono di vario genere e combinano diverse contaminazioni che vengono dalle avanguardie storiche di ricerca teatrale. Anche nella scelta del linguaggio drammaturgico, gli spettacoli fondono teatro e linguaggio audiovisivo, come ad esempio in Albert, spettacolo su Albert Einstein, raccontandone non soltanto il genio ma l’uomo che fu. Alcuni sono più interattivi, immergendo a 360° gli alunni nello spettacolo è il caso di Bellaciaouno spettacolo interattivo che viaggia indietro nel tempo, per far diventare tutti partigiani e vivere la dimensione del rifugio. Altri spettacoli utilizzano espedienti e forme più meta- teatrali comeGalileooppure in Santippedove l’ironia di una vecchina che non ha fretta, perchè altri non è che la morte, ci racconta della bisbetica Santippe e dell’uomo che amò per tutta la vita: Socrate. Mentre per La morte di Neronedi Felician Marceau o Clitennestradi Margherite Yorcenauer si ricorre ad un teatro più classico di parola.

Per creare un clima di familiarità e reciproca conoscenza, prima di ogni incontro viene offerta la colazione a buffet e al termine di ogni spettacolo segue un dibattito tra la compagnia gli alunni e i docenti.

I laboratori Creativi:

I laboratori creativi si pongono come obiettivo quello di dare la possibilità agli allievi di imparare, attraverso il gioco e la sperimentazione, ad esprimersi attraverso l’arte ed i suoi diversi ed infiniti linguaggi. Attraverso le attività creative si favorisce l’apprendimento e il livello di attenzione, nonché la capacità di lavorare in gruppo per poter trovare ed esprimere la propria individualità nel rispetto e in armonia di quella altrui. L’arte è gioco, ma è anche un modo nuovo e diverso per esplorare la realtà. Ci permette di insegnare agli alunni a mettersi in gioco, ad esprimere il proprio punto di vista sulle cose, impararando a scegliere e a determinare così la propria vita. Ogni percorso, dal cinema alla fotografia, al teatro, non intende solo impartire nozioni ma anche stimolare le capacità di apprendimento e la socializzazione attraverso il lavoro di gruppo